Setup Menus in Admin Panel

Membri di The Center for Mindful Eating di Jean L. Kristeller

Yoga e Mindful Eating per il trattamento del Binge Eating Disorder: uno studio qualitativo

Possono lo yoga e la Mindful Eating essere di qualche beneficio per il trattamento del Binge Eating? Uno studio qualitativo pubblicato su Qualitative Health Research Journal ha esaminato gli esiti della pratica di 12 settimane di yoga (un incontro live a settimana della durata di un’ora e la pratica quotidiana a casa attraverso un cd di yoga guidato della durata di 30 minuti) in 25 donne affette da Binge Eating, con età media di 42 anni ed un indice di massa corporea medio di 35,6.

Lo scopo del programma di yoga era quello di aiutare le partecipanti ad instaurare l’abitudine alla pratica quotidiana dello yoga, attraverso lo sviluppo della consapevolezza del proprio corpo e del proprio respiro, gli esercizi di meditazione e le sessioni di mindful eating. Durante la partecipazione al programma, i ricercatori, capeggiati da McIver, hanno trovato cambiamenti nella relazione che le partecipanti avevano col cibo, sintetizzati dai ricercatori come cambiamenti del corpo e cambiamenti del palato.

 

Cambiamenti del corpo

L’iniziale approccio delle partecipanti allo yoga non è stato positivo, date le loro precedenti esperienze di fallimento nei confronti di ogni altro tipo di esercizio fisico. Con il proseguimento del programma, però, le donne hanno potuto vedere come, a differenza delle precedenti esperienze, lo yoga le conduceva ad un graduale senso di comfort nei confronti del proprio corpo e non ad azioni di forzatura per il raggiungimento a tutti i costi di un risultato prefissato. Le partecipanti hanno percepito che lo yoga non imponeva aspettative, né suggeriva il modo in cui avrebbero dovuto sentirsi. Questo ha permesso di trasformare gli iniziali sentimenti negativi nella percezione fisica di una maggiore flessibilità, allungamento muscolare e assottigliamento della figura, cambiamenti risultati possibili solo in seguito alla graduale guarigione di una frattura che oramai si era creata fra se stesse ed il proprio corpo.

 

Cambiamenti del palato

Studiando i diari delle partecipanti, è emerso chiaramente il tema della connessione con se stessi, di contro alla disconnessione di partenza, in modo particolare nella relazione con il cibo. Infatti le donne hanno potuto fare esperienza di tale connessione negli esercizi di mindful eating: le partecipanti erano solite disconnettersi dalla propria fame e dai propri segnali fisici quando avvertivano un impulso a mangiare; lo yoga, al contrario, le invitava giorno dopo giorno a riconnettersi con tutti questi segnali e a riportare questa esperienza nel rapporto con il cibo e con la fame. Questa profonda riconnessione si è evoluta in consapevolezza e rispetto dei segnali di fame e sazietà e porzioni più piccole e regolari. Inoltre, le partecipanti hanno appreso la capacità, per molte persone difficile da acquisire, di lasciare il cibo in eccesso nel piatto, nel rispetto della propria saggezza interiore.

 

Come possiamo utilizzare queste informazioni?

I risultati di questa ricerca (e ce ne sono altre che li confermano) dimostrano come, nel trattamento del binge eating, è più che opportuno (e aggiungerei, di fondamentale importanza) includere una pratica meditativa quotidiana, in quanto questo tipo di approccio tende a spostare il focus delle persone dalla perdita di peso e le mode alimentari all’amore di sé ed al prendersi cura di se stessi con rispetto e gentilezza. Questo produce concretamente effetti benefici duraturi sulla salute, il ritrovamento del peso ideale e sul proprio stile di vita in generale.

 

Per approfondimenti:

  • Kristeller, J.L., Wolever, R.Q. (2010) Mindfulness-based eating awereness training for treating binge eating disorder. The conceptual foundation. Eating Disorders, 19 (1): 49 – 61
  • McIver, S., McGartland, M., O’Halloran, p. (2009). “Overeating is not about the food”: women describe their experience of a yoga treatment program for binge eating. Qualitative Health Research, 19 (9): 1234 – 1244

0 responses on "Yoga e Mindful Eating per il trattamento del Binge Eating Disorder: uno studio qualitativo"

    Leave a Message

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    CIME

    CIME é un progetto che ha come intento primario, la diffusione e la promozione della Mindful Eating e delle sue applicazioni in ambito psicologico, nutrizionale, medico, scolastico con lo scopo di prevenire, ristabilire e mantenere e sviluppare un più salutare approccio all’alimentazione, costruendo un equilibrio con altri aspetti della vita

    © 2012-2017 Tutti i diritti riservati | Condizioni Generali di Servizio
    X